/biz/ - Affari (seri)

Non solo criptovalute
Nome
Email
Messaggio
File
Password (Per rimozione del file)
Limiti: Caratteri: 7200
Numero massimo file: 10
Upload massimo supportato: 20MB
Lunghezza massima video: 5 minuti

Vai in fondo ] [ Torna ] [ Catalogo ]   [Archivio temporaneo] — 


File: 1690471084915.jpg (908.31 KB, 2736x1824, 2.jpg)

 No.467

Cosa può andare storto a far gestire i soldi, azioni, obbligazioni, ecc. a una AI? Qualcuno di voi ci ha provato con piccole somme?

 No.468

guarda: già solo da come poni la domanda ti consiglio di spegnere il telefono o il pc che stai usando, uscire a fare una passeggiata, tornare a casa, prendere una laurea in materie scientifiche e poi riattaccare il telefono o pc. Salusti

 No.479

File: 1690839139851.jpg (196.69 KB, 1000x1000, world-homicide-org-7871195.jpg)

>>467
Tutti i coglioni come voi credono che l'AI sia qualcosa di magicamente magico.

Le migliori AI sono solo un modello predittivo con un enorme dizionario. È dagli anni '70 che si parla di intelligenza artificiale ma solo adesso c'è abbastanza memoria, abbastanza potenza di calcolo e abbastanza "dati freschi" per compilare enormi matrici di dati da spulciare di fronte ad un "prompt" in input per tirar fuori "qualcosa" di probabilistico in output.

Per cui se il 73% di quelli che hanno le scarpe gialle e un nome composto da un numero dispari di lettere sono juventini, quando nel prompt ci sono le scarpe gialle l'AI introdurrà a forza la Juve nel discorso.

Per quanto sembri una banalità, gli asset finanziari vanno gestiti da un cervello umano, con la sola clausola di avere freddezza nelle decisioni (proprio come in un normalissimo gioco d'azzardo).

Ma ormai vi si è talmente fritto il cervello con l'idea che "chatgpt mi fa i compiti", che non vedete l'ora di potervi vantare "chatgpt mi gestisce il pacchetto azionario". Bentornati nel mondo dei POVERY.

 No.749

>>479
Leggevo un articolo interessante per cui la AI di Google è stata in grado di battere il numero 2 e 3 dei campioni di matematica ma non il numero uno.

…astraendo questo discorso si può dire che invece l'AI può sostituire facilmente la maggior parte delle persone nella maggior parte degli ambiti lavorativi, mentre non può farlo con le masterminds. Il che è probabilmente un bene perché normie normaluccio vive solo per mangiare, cacare e sborrare e se non deve lavorare penso ci guadagni solamente a stare a grattarsi la patta con l'AI mentre gli altri giocano agli RTS nella realtà.

 No.750

File: 1707215545521.jpg (293.71 KB, 1920x1080, SDERENÀ.jpg)

Una AI non sa ragionare. Sa solo imitare. Prenderà a modello una quantità di dati "già ragionati" e li imiterà.

L'AI saprà bene che bisogna "comprare basso e vendere alto" ma non saprà quando è il momento di rischiare e quando è il momento di tirarsi indietro.

L'AI sarà comunque qualitativamente superiore ai promoter finanziari delle banche, ai quali interessa solo estrarti i soldi dalle tasche e sbolognarti ciò che gli altri "investitori", dotati di cervello, non hanno alcuna intenzione di comprare.

 No.753

>>750
Quindi si torna sempre al solito discorso. L'AI può sostituire tutti i normies nei loro lavori ma non i supercervelloni. Quindi a cosa serviranno i normies?

 No.754

File: 1708078043615.jpg (124.73 KB, 680x680, AAAAAAAAAAAAAA.jpg)

>>467

Ogni volta che si parla di argomenti come "AI", "Tinder", ecc., capisco che siamo nel Buio Medioevo.
Infatti parlate di "AI", "Tinder", ecc., come se fossero cose magiche. Ma proprio magiche-magiche-magiche, roba che nel Medioevo vero vi avrebbero deriso e perculato.

Avete un pensiero religioso-magico-superstizioso talmente radicato, che assegnate capacità sovrumane a dei software.

L'AI è un pezzo di software.
Il software sa fare calcoli molto velocemente, ma non sa pensare.
Il software sa imitare pedissequamente, ma non sa creare.
Il software sa fare medie e statistiche, ma non sa valutare.
Se un software sembra "pensare", è perché ha fatto calcoli (molti calcoli, e con molta memoria).
Se un software sembra "creare", è perché ha imitato cose già esistenti (miscelando molte fonti).
Se un software sembra "valutare", è perché ha fatto una media di risposte già esistenti (e vagamente simili alla tua domanda).

Quindi in pratica tu vuoi smettere di usare il cervello e delegare i tuoi asset ad un software.

Tu vuoi smettere di valutare, smettere di creare, smettere di pensare, e ti illudi - sottolineo: ti illudi - che un software penserà meglio di te, creerà meglio di te, valuterà meglio di te.

È una credenza fondamentalmente religiosa perché tu non sai cosa diavolo c'è in quel software, non sei stato tu a creare quel software, non sai neppure a grandi linee come funziona quel software (sai solo che inserendo un prooompt ti esce un pornetto pornazzo)… eppure ti vuoi fidare ciecamente di quel software, al punto da affidargli le tue ricchezze.

Come l'indiano pellerossa che va davanti al totem di Manitù a offrirgli pelli di bisonte (guadagnate con faticosa e lunga e pericolosa caccia), fa la danza della pioggia e prega il totem: "fa' piovere e moltiplicami queste pelli, che ho tanto bisogno di entrambe le cose".

 No.755

File: 1708089599060.webm (3.97 MB, 960x540, 1708028955684411.webm)

>>754
>*Ti prova sbagliato in 14ms*
Niente di personale cernfallito

 No.758

>>754
>Se un software sembra "pensare", è perché ha fatto calcoli
>Se un software sembra "creare", è perché ha imitato cose già esistenti
>Se un software sembra "valutare", è perché ha fatto una media di risposte già esistenti
quindi il software fa esattamente quello che fa il cervello ma in maniera molto più rapida ed efficiente

 No.759

File: 1708508311361.png (491.07 KB, 533x500, ClipboardImage.png)

>>758

il cervello pensa, crea, valuta.
il software "sembra" pensare-creare-valutare ma non lo fa.
si limita a sembrare.

 No.760

>>759
bravo ora googla funzionalismo e impara qualcosa di nuovo ignorante

 No.761

>>760

>t. non mi funzionalismo il cervellismo ritardatismo però guardo il pornismo tutto il giornismo



[Post a Reply]
Elimina post [ ]

[Nuova risposta]
Vai in cima ] [ Torna ] [ Catalogo ]